La differenza (non troppo sottile) tra bande e bando

Abbiamo chiuso il 2020 augurandoci tutti che il nuovo anno fosse meno tragico e difficile di quello appena trascorso. E invece ci siamo ritrovati ad assistere alle immagini di una folla, neanche troppo folla, inferocita che si divertiva ad assaltare Capitol Hill, uno degli edifici cardine della politica americana. Le scene che abbiamo visto sono state allo stesso tempo violente, ci sono stati 4 morti ed innumerevoli feriti, e grottesche, in particolare quando personaggi travestiti in maniera improbabile hanno dileggiato i luoghi sacri della democrazia statunitense. E se la prima reazione è stata quella di paragonare il tutto ad una semplice bravata di alcuni studentelli (ma avranno mai studiato qualcosa quelli?), in realtà ciò che è avvenuto è stato un attacco pesante e diretto alla democrazia USA, ovvero il principale rappresentante dei valori democratici. E a farlo, anzi a sobillarlo, non è stato un attore esterno, bensì il presidente in carica di quella democrazia. Questo ci deve far pensare che la democrazia non è qualcosa di scontato e duraturo, ma ha bisogno di nutrimento costante, se non di sacrificio. Il giorno dopo l’assalto a Capitol Hill, prima Twitter poi le altre piattaforme social, hanno deciso di sospendere gli account social del presidente Trump e di molti dei suoi accoliti. E quindi è accaduto che il dibattito si è prontamente spostato dalle bande che hanno assaltato Washington al bando dei social. Non è un novello “anche Mussolini ha fatto cose buone”, ma un aspetto positivo, benché indiretto, della presidenza Trump, è stato sicuramente quello di portare alla ribalta un problema che andava affrontato già da tempo, senza preconcetti e chiusure, ovvero l’eccessiva importanza e capacità di influenza delle piattaforme social e di Big Tech in generale. E però, c’è una differenza tra bande e bando. E non è neanche troppo sottile.

Categorie:Political Risk

Tagged as: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...