La mappa del rischio paese di AON

La mia analisi odierna delle valutazioni di rischio politico oggi si rivolge a Londra, dove ha sede AON storica ed importante società che offre un ampio ventaglio di valutazioni legati al rischio. La mission della società è quella di supportare aziende e clienti singoli nell’affrontare le difficoltà dello scenario globale, attraverso una serie di soluzioni riguardanti rischi ed opportunità relativi all’ambito commerciale, assicurativo, pensionistico e sanitario. Il motto di AON è “Empower results“, sottotitolo “We are driven to empower economic and human possibility for clients, colleagues and communities around the world” proprio a sottolineare lo sguardo globale e l’attenzione al valore umano. AON produce un interessante mappa del rischio, pubblicata annualmente con l’apporto di altre due società, Risk Advisory e Continuum Economics, che mette particolarmente in evidenza due aspetti: il rischio politico vero e proprio da una parte, la violenza politica ed il rischio terroristico dall’altra. La mappa di AON effettua la misurazione di queste due grandezze per 163 stati e territori a livello globale. A breve uscirà l’edizione 2020 di tale mappa, ve ne parlerò successivamente, ma l’analisi dell’edizione del 2019 ci serve per capire il contesto.

La copertina dell’edizione del 2019

La mappa di rischio di AON consente ai clienti di identificare e monitorare le differenti cause di rischio e gradazioni di rischio, consentendo di poter pianificare gli investimenti e di proteggere i propri asset, contratti e prestiti che possono essere colpiti, in maniera improvvisa, dall’azione o inazione dei governi. L’instabilità politica persistente e la violenza stanno colpendo in maniera decisa alcune regioni, in particolare il Medio Oriente e l’Africa, dove sono situati alcuni dei paesi a maggior rischio, i.e. Iraq, Siria, Yemen, Libia. La mappa cattura anche i rischi di disruption della supply chain che è un problema crescente, anche per i paesi più forti e strutturati del globo. Il cambiamento climatico e le condizioni meteorologiche estreme hanno aumentato enormemente il rischio della supply chain in alcune regioni, e molto probabilmente la mappa del 2020 inserirà tra le principali fonti di rischio anche le pandemie. In particolare, le piccole isole continueranno ad essere influenzate dagli eventi atmosferici improvvisi, così come le nazioni meno capaci di fornire risposte subitanee e dirette. La crescita del populismo, generata da una forte insoddisfazione nei confronti della classe politica tradizionale, ha aumentato il rischio di politiche poco sostenibili, peggiorando la situazione economica in diversi paesi.

La Country Risk Map di AON

Questo è uno sguardo generale relativo alla mappa del rischio di AON, ma ciò che a me interessa sono gli aggiornamenti trimestrali della mappa del rischio politico, ed in particolare quelli relativi al rischio paese. Gli aggiornamenti trimestrali del rischio politico di AON sono preferibili in quanto, rispetto alla valutazione annuale della mappa, permettono di cogliere in maniera più diretta il verificarsi di alcuni trend. La metodologia utilizzata da AON si basa su una scala di valore basata su sette livelli, da Very High risk a Not Rated.

La metodologia utilizzata da AON

La colorazione della mappa, anche in questo caso, permette di avere un’indicazione visiva istantanea delle differenze di rischio, con le aree a rischio basso o inesistente colorate di celeste chiaro e le aree a rischio alto colorate di rosso. Come nel caso delle valutazioni di Credendo e di Euler Hermes, anche la mappa di rischio di AON presenta numerose somiglianze con la mappa del Political Risk Evaluation Risk di P-risks. Per questo motivo, nel mio prossimo aggiornamento mensile del PREI, un mondo di crisi, effettuerò un primo confronto tra questi tre indici ed il PREI, evidenziano i punti di contatto e le differenze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...