Analisi paese: lo Sri Lanka dei Rajapaksa

La società di consulenza CREDENDO ha rilasciato, lo scorso 21 Novembre 2019, un report di valutazione sullo Sri Lanka. Il report parte dalla netta (52,3% dei voti) affermazione elettorale di Gotabaya Rajapaksa, fratello dell’ex presidente Mahinda Rajapaksa, alle elezioni dello scorso 16 Novembre. La vittoria di Gotabaya è un messaggio importante, perché riporta al potere una famigli, quella dei Rajapaksa, abbastanza controversa e protagonista di scelte politiche discutibili. La campagna elettorale di Gotabaya si è basata principalmente sul senso di insicurezza che alberga nei cingalesi, soprattutto dopo i terribili attacchi terroristici dell’ultima Pasqua, e sulla reputazione del fratello Mahinda, al quale viene attribuito il merito della fine della guerra civile con le Tigri Tamil. Inoltre, il persistente conflitto politico tra il presidente uscente Sirisena ed il Primo Ministro Wickremesinghe, hanno portato ad n blocco delle riforme economiche necessarie.

Ciò nonostante, il ritorno di un Rajapaksa alla guida del paese porta con sé diverse preoccupazioni per il ritorno delle politiche populiste adottate in passato da Mahinda, soprattutto se quest’ultimo dovesse essere eletto quale nuovo Primo Ministro. Già nel corso della campagna elettorale Gotabaya ha promesso tagli alle tasse e maggiori benefici economici alla popolazione. Queste misure, però, aggraverebbero la situazione del debito pubblico, attualmente all’83% del PIL, aumentando il peso degli interessi sul debito, rendendo difficile il programma di consolidamento delle finanze stabilito con il Fondo Monetario Internazionale. C’è poi la questione del posizionamento del paese nello scenario globale, che vedrebbe la presidenza Rajapaksa molto più vicina alla Cina che all’India, i due attori preminenti nell’area, e di conseguenza più lontana dal blocco occidentale.

La valutazione di CREDENDO è, quindi, di 4/7 e 5/7 per il rischio politico a breve e medio termine, 3/7 e 4/7 per il rischio di violenza politica e di espropriazione, 5/7 per il rischio di inconvertibilità e restrizione ai trasferimenti.

Per quanto riguarda la valutazione di P-risks lo Sri Lanka è al 96esimo posto del Political Risk Evaluation Index, ovvero tra i paesi a rischio moderato. Le possibili evoluzioni politiche, soprattutto nel caso le elezioni parlamentari venissero anticipate, per sfruttare il momento e consentire a Mahinda di diventare premier del paese, non depongono favorevolmente per lo Sri Lanka. Tuttavia, in attesa delle evoluzioni politiche formuliamo outlook stabile.

Categorie:Political Risk

Tagged as: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...