Gucci e la cultural care

Dopo i casi di Dolce & Gabbana, Prada, H&M, il mondo della moda/abbigliamento casual si trova ad affrontare un nuovo caso di errata comunicazione commerciale. Questa volta a finire nella maglie della censura e della critica social è finita la casa italiana Gucci che ha presentato un maglione di lana a collo alto di colore nero, chiamato balaclava, che copre metà della faccia ed ha un’apertura all’altezza della bocca contornata dal rosso. Le critiche rivolte alla casa di moda italiana hanno rimarcato il fatto che il capo in questione sembra voler riprendere un viso di una persona di colore, una Blackface. La Blackface ha una forte connotazione negativa, poiché rimanda ad un periodo della storia americana in cui era utilizzata per denigrare gli afro-americani e la loro cultura. Insomma, un errore madornale di una casa di moda internazionale che si aggiunge a quelli di altri marchi globali che, prima di intraprendere certe avventure imprenditoriali, dovrebbero studiare e rispettare culture e sentimenti locali.

Categorie:Cultural care

Tagged as: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...