L’Indonesia ed il rischio catastrofi

Sulla scorta di quanto accaduto nel corso del 2018, il governo indonesiano ha deciso di raddoppiare il suo budget per la gestione delle emergenze nel 2019, fino a raggiungere un bilancio di 15mila miliardi di rupie (1.06 mld di dollari). L’Indonesia si è trovata ad affrontare il suo anno più cruento, con circa 3000 persone morte a seguito del verificarsi di terremoti e tsunami sulle isole di Sulawesi, Lombok, West Giava e Sumatra. il bilancio sarà suddiviso in maniera proporzionale, con 5mila mld di rupie allocate per riparazioni e ricostruzione e i restanti 10mila mld per risposta disastri. Il presidente Joko Widodo, in cerca di riconferma alle prossime elezioni di aprile, sostiene la necessità di creare un cultura della gestione dei disastri e delle risposte più adeguate. Per favorire tali programmi, spesso molto costosi, il ministro delle finanze ha proposto la creazione di bond per le catastrofi, ovvero la creazione di uno strumento finanziario che permetta di allocare fondi per la gestione, più pronta possibile, delle emergenze. La gestione delle emergenze derivanti da eventi atmosferici e/o catastrofi non preventivabili, rappresenta uno degli elementi caratterizzanti un governo forte, capace di agire e di assumersi le responsabilità del caso. L’incapacità di fornire risposte pronte e decise ha condotto, spesso, alla caduta di governi o alla perdita di consenso politico.

Categorie:Economic Risk, Political Risk

Tagged as: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...